venerdì 28 febbraio 2014

Futuro, talenti e felicità ... pensieri di una donna insonne!

Dormo poco, da sempre. In alcuni momenti un po’ meno e non significa necessariamente che io sia preoccupata o stressata o svegliata da bambini e/o gatti.
Certo trovarsi alle 5 del mattino in quattro nel lettone - con un novenne che si spaparanza senza ritegno dopo essersi introdotto furtivamente sotto le lenzuola (rigorosamente dalla mia parte) e un gatto sui 7 kg che vuole assssolutamente stare il più vicino possibile al suddetto novenne – porta una madre tendente-insonne a stare sveglia definitivamente.
Nel buio cerco allora di sfruttare questa mia alternativa frontiera di “silenzio e solitudine”, per una sorta di meditazione. Pulisco qualche pensiero e faccio strane associazioni di cose lette e sentite. Oh, lo so che meditare è altro ma io proprio non ci riesco a svuotare del tutto la mente.

mercoledì 19 febbraio 2014

La pioggia scompiglia

In queste due settimane ho iniziato a scrivere tante volte e altrettante volte la bozza incompiuta è rimasta lì a guardarmi da uno schermo bianco in cui il formato delle lettere aumenta proporzionalmente al crescere dell’età. Oggi ne è uscito un puzzle di fatti e pensieri senza capo né coda ma tant’é.

Sono stata di nuovo molto antipatica, nervosa e irritabile.
La pioggia incessante non aiuta l’umore e l’ottimismo.
Soprattutto quando apre inattese voragini nell’asfalto e ti massacra due pneumatici da neve semi-nuovi.

Neppure le conversazioni tra genitori da cappannello in attesa del ritiro della pagella non aiutano.
Soprattutto se ti riaprono attese voragini nel cuore e ti massacrano la voglia di accettazione incondizionata.

giovedì 13 febbraio 2014

Appuntamenti per capire l’alto potenziale cognitivo

Sono passati quasi due anni da quando scrissi questo post sul potenziale cognitivo. Da allora è stato visualizzato circa 2000 volte, un’enormità per un piccolo blog come questo. Moltissimi arrivano qui proprio cercando informazioni sulla plusdotazione e non è strano se pensiamo che riguarda circa il 5% della popolazione infantile, quindi un esercito di potenziali genitori preoccupati per le più svariate ragioni.

sabato 1 febbraio 2014

I miei angeli vs i miei demoni

Qualche tempo fa avevo parlato di come avessi iniziato un percorso spirituale inatteso nel quale sono stata aiutata – tra le altre cose – dalla presenza degli angeli.
A scriverlo così mi appare ancora parecchio strano, insomma sono sempre stata una persona con i piedi fin troppo piantati a terra, quindi provo a spiegare meglio facendomi aiutare da un libro speciale che mi ha fatto compagnia negli ultimi due mesi.
Si tratta de Il potere di guarigione degli angeli di Isabelle Von Fallois che per me è stato la porta verso un viaggio in profondità.