giovedì 26 settembre 2013

La cura funziona

Questo mese su Genitoricrescono si parla di Igiene e cura di sé” nel senso più ampio del termine. Sto leggendo post intensi, pieni di esperienza, pieni di quel senso di continua evoluzione che tanto amo per la mia vita di donna e di madre. Imperdibili.
Mentre girovagavo tra i post, d’impulso, l’altro giorno ho fatto una cosa che non facevo da molto tempo, mi sono soffermata a leggere i commenti (anzi gli "urli") nella mitica sezione genitorisbroccano.
Sono arrivati ad oltre 2220 commenti (!!), quindi direi che si può formalmente definire un servizio sociale in piena regola, tanto che andrebbe integrato nel SSN! Questa rubrica è stata aperta nell’ottobre del 2009, ossia oltre 550 urli l’anno!

sabato 21 settembre 2013

L'abbiamo sempre fatto

Se l'umore personale resta alto, devo dire che sto vivendo settimane lavorative piuttosto pesanti, quindi mi scuso in anticipo per il pippone a puro sfogo che sto per sfornare.
Non si tratta della quantità del lavoro, quella oscilla ma quasi sempre entro parametri ragionevoli, parlo della qualità ambientale.
Ci sono cambiamenti, teoricamente rilevanti ma in pratica impalpabili come nebbia.
Hanno la capacità di rendere tutto sbiadito e vagamente ostile, uniscono e dividono allo stesso tempo.
E nella nebbia tutti si muovono cauti, lentamente, per paura di urtare qualche ostacolo troppo grande. I più scaltri hanno inserito le luci giuste, quelle che tagliano la coltre grigiastra, così tanto per farsi notare un po'. Ma non lo fanno per sé - ci mancherebbe - lo fanno per il bene dell'azienda.

domenica 15 settembre 2013

Riflessioni dentro l’imbuto

Gli effetti della strategia dell'imbuto si fanno già sentire.
Perché gli incontri talvolta esaltano e talvolta deprimono, ma sempre insegnano.
Perché sono umanamente vittima dei filtri con cui tutti noi valutiamo ciò che viviamo, sebbene io abbia sofferto parecchio per quei filtri tanto da chiudere quasi ermeticamente il nostro triangolo.
E me sono resa conto proprio osservando da vicino altri genitori, alle prese con decisioni e affermazioni lontane dalle mie.

lunedì 9 settembre 2013

Prefazione

Esistono poesie e voci, suoni e rumori, profumi e odori. Esistono e si confondono, nella nostra confusione di esseri umani sempre alla ricerca del meglio.
La ricerca spesso dura poco, ci affatica, ci ritroviamo accontentati e sollevati davanti a qualcosa che non rappresenta affatto l'ideale immaginato.
Però è lì. Si tocca, si ascolta, si respira. Il fatto di esserci rende l'oggetto già di per sé speciale, senza alcun merito, senza alcuna pretesa.
Raramente ci solleviamo, il punto di vista si innalza per qualche attimo di lucidità e l'oggetto sfoca. Strizziamo gli occhi per abituarci alla strana luce abbagliante e la trasformazione ci appare in tutta la sua crudezza. Voci, rumori, odori. Niente perfezione. Solo realtà.

martedì 3 settembre 2013

Equilibri estivi (ossia l'estate in cui tornammo imbuto)

Avete mai fatto un castello con le carte da gioco? Occorre sempre partire da due carte e dal loro equilibrio costruire tutto il resto.
In questi anni io e mio marito ci siamo puntellati a vicenda, alla ricerca di una stabilità che consentisse di tirar su il resto del castello. Ma bastava un soffio per spazzarci via e costringerci a ricominciare da capo.

Quest’estate le carte si sono mischiate in modo inaspettato e il castello ha preso la sua forma, quella della coppia e non del trio (in realtà le forme sono altre ma facciamo un passo alla volta).