mercoledì 28 novembre 2012

La pragmatica del linguaggio

Un paio di settimane fa – grazie a Jessica di Baby Talk – ho incontrato per la prima volta il concetto di pragmatica. Si tratta della parte della linguistica che si occupa del linguaggio come azione, ossia mette l’uso della lingua in relazione agli utenti e al contesto.

Su Baby Talk c’è un interessante articolo (in realtà ce ne sono molti ma cito il più recente) che spiega perché questo aspetto del linguaggio sia importante tanto quanto imparare ad utilizzare le parole corrette.

giovedì 22 novembre 2012

Venghino, Siori venghino

Ve lo dico subito questo non è un post ma un intermezzo pubblicitario.
E voi direte “ma di grazia cosa vuoi sponsorizzare?”
Non cosa ma chi ...

venerdì 16 novembre 2012

Fammi ascoltare

Questa mattina ti ho salutato e, mentre ti preparavi ad attraversare quel corridoio che conduce alla tua classe, una compagna ti ha raggiunto e ti ha salutato allegramente "Ciao Ale!". Tu l'hai guardata, le hai sorriso e hai ripreso a camminare.
E io sono rimasta lì, in mezzo al caos, ad ascoltare il tuo silenzio.

lunedì 12 novembre 2012

E poi la smetto … forse …


Non posso esimermi.
Poiché ho rotto le scatole a tutti, lettori di questo blog e non, circa l’arrivo in casa nostra di un gatto, non è che ora che finalmente è arrivato io possa proprio fare finta di niente.
E’ che oggi sono un cadavere ambulante e sono rimasta a casa, l’influenza alla fine ha avuto la meglio. E vicino a me c’è questa meraviglia che dorme beata, anzi beatissima!
Lei è Miss Potter, gattina di nobile portamento e notevole stazza nonostante i suoi 4 mesi.

venerdì 9 novembre 2012

Le parole creano i sogni
(e il mio sogno è creare parole)

In questi giorni ho letto, come tutti, molte notizie e commenti sulla rielezione di Barack Obama. Io non ho mai avuto dubbi in proposito, gli Stati Uniti li sento affini nell’anima.
Ma soprattutto ho letto il discorso conclusivo di Obama, più volte. Le parole non sono nella mia lingua madre, quindi le emozioni sono mediate e tradotte, eppure le ho trovate fantastiche.

lunedì 5 novembre 2012

Il Giudizio Amicale


Durante questo ponte, facendo zapping, mi sono imbattuta nel finale di un film che ho amato molto in gioventù e che non rivedevo da allora “Pomodori verdi fritti alla fermata del treno”.
All’epoca avevo deciso di leggere il libro di Fannie Flagg da cui è tratto il film, mi avevano incuriosito le tante polemiche sui tagli effettuati rispetto alla storia originaria, soprattutto sull’amore non esplicitato tra le due protagoniste. Ma sono passati 21 anni (omammamia!) e ancora il libro non l’ho letto, quindi lo impongo in cima alla mia lista dei desiderata.