lunedì 30 luglio 2012

Praemium et Olympia

È inutile, come ogni volta le Olimpiadi mi risucchiano in un vortice dal quale non riesco ad emergere. Io che sportiva non sono mai stata, io che ho la capacità di coordinazione di un bradipo sordo e cieco, io che non capisco le regole praticamente di nulla … eccomi per l’ennesima volta persa tra nuoto, fioretto, tiro con l’arco, atletica, tennis da tavolo, canottaggio, etc. etc.
Se poi la gara coinvolge qualche atleta del volgo italico, l’ansia e la commozione diventano addirittura rumorosi, tifo ed esulto smodatamente.

martedì 24 luglio 2012

Bilanci e bilance

Oggi sono di bilanci, la pigrizia estiva mi ha fatto rimandare tutti i post "seri" che torneranno a mente più ferma. Penso e scrivo, scrivo e penso. E leggo cose leggere, senza sostanza ma tanto rassicuranti.
Inoltre sono infelicemente a dieta, quindi oltre ai bilanci, mantengo costanti rapporti con la mia nuova bilancia. Per ora va bene ma la discesa ponderale e' lenta, in linea perfetta con i miei pensieri.

Oggi penso a chi sono.

mercoledì 18 luglio 2012

Gli strati della mia sabbia

In questi giorni sono a strati come le bottigliette piene di sabbia colorata che si comprano nelle località turistiche. Niente di complicato solo depositi dalle sfumature cromatiche improbabili che passano dal giallo limone al nero pece.
I mesi estivi per noi sono sempre piuttosto complicati, soprattutto luglio che di solito vede mio figlio stazionare in casa con mia suocera, due vecchietti che si tengono compagnia a forza di baruffe.

venerdì 13 luglio 2012

Il futuro ai dadi

Questa settimana ho latitato. Ho letto molto e scritto nulla. Avevo voglia di vite e storie altrui. La mia e' stata soprattutto una settimana di lavoro e non mi e' piaciuta per niente.

Interno ufficio.
Ennesima riunione per discutere la già stabilita ristrutturazione operativa dell'ufficio.
In quasi 12 anni ho assistito a questa operazione un numero considerevole di volte, ho visto me stessa cambiare - almeno formalmente - mansione, ho imparato a non restarne nè stupita nè impressionata.

venerdì 6 luglio 2012

Muovo il mio mondo

Ci sono periodi in cui non accade nulla, in cui semplicemente aspetti. E il silenzio degli eventi diventa ogni giorno più assordante.
Poi tutto si concentra e pare una diga che dopo settimane di pioggia fine improvvisamente venga aperta a sfogare nella più fragorosa delle cascate.
Oggi mi sento un pò così, dentro la cascata.

domenica 1 luglio 2012

Vendere emozioni


Presa da qui

Ieri sera ho visto un film d’amore strappalacrime. Un film per la tv senza grandi attori e senza pretese. Troppo caldo per qualsiasi cosa non fosse mera sopravvivenza cerebrale.
Ma ho un cuore di burro e davanti alle scene appena appena commoventi, io piango. Mi immergo nella storia, non posso evitarlo, quindi mi trascino dentro le emozioni dei protagonisti, perfetta rappresentazione di sentimenti stereotipati.
Nelle mie rare incursioni televisive ho anche modo di osservare la pubblicità. La guardo sempre con una certa curiosità, mi interessa sia il messaggio sia il modo di veicolarlo. Mi chiedo quale sia il target e se – secondo la mia opinione di consumatrice – esso venga davvero raggiunto.